Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

venerdì 8 novembre 2013

Gas, la produzione in Africa potrebbe raddoppiare in 20 anni

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  8 novembre 2013  alle  5:00.

La produzione di naturale in potrebbe raddoppiare nei prossimi 20 anni e costituire un importante acceleratore di crescita per il continente: lo ha detto, all’apertura di una conferenza sul gas nel Golfo di Guinea in corso in Costa d’Avorio, Jerome Ferrier, presidente dell’Unione internazionale dell’industria del gas (Uig). gas-line
Le riserve provate di gas in Africa sono aumentate del 60% dal 2000; a questo ritmo le riserve potrebbero raddoppiare entro il 2020 e trascinare un forte aumento della produzione, ha sottolineato l’esperto francese, secondo l’Afp.
L’Uig ritiene che lo sviluppo del gas può essere una “vera opportunità” per l’Africa e un fattore importante per la crescita economica e sociale del continente.
Ospite della conferenza, il ministro ivoriano dell’Energia, Adama Toungara, ha detto che la ricerca di un gas abbondante e a basso costo è una necessità vitale per il paese, visto che il prezzo del barile di petrolio avvicina i 100 dollari.
La produzione di gas in Costa d’Avorio sarebbe raddoppiata, secondo le autorità locali, tra il 2012 e il 2013, da 110 milioni a 220 milioni di piedi cubi. Il paese fa parte dell’Uig dall’ottobre del 2012.
Alla conferenza partecipano paesi dell’Africa occidentale, il Mozambico, l’Angola e la Tanzania.

mercoledì 6 novembre 2013

Tunisia: nessun accordo sul primo ministro, sospeso il dialogo nazionale

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  6 novembre 2013  alle  6:00.

Non è stato raggiunto l’accordo sulla scelta di un nuovo primo ministro incaricato di guidare un governo apolitico fino alle prossime elezioni. L’intesa non è stata trovata e il dialogo nazionale tra la maggioranza e l’opposizione è stato sospeso ‘sine die’.tunisiaHoucine Abassi
Lo ha annunciato Houcine Abassi, segretario generale dell’Unione generale dei lavoratori tunisini (Ugtt), principale mediatore nella politica in atto dallo scorso luglio.
Entrambe le parti si accusano a vicenda per la responsabilità della crisi: il partito islamista Ennahda, al governo, e il suo alleato, il partito Ettakatol, insistono sulla scelta di Ahmed Mestiri, 88 anni, mentre l’opposizione non cambia idea sulla scelta di Mohamed Ennaceur, 79 anni, per assumere la guida dell’esecutivo.
Questo “dialogo tra sordi”, come definito dal quotidiano tunisino La Presse, pesa ulteriormente su una crisi politica che sembra senza fine, con pesanti conseguenze per tutto il paese, in preda a “una crisi economica storica e a un malessere sociale senza precedenti”.