Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

giovedì 30 dicembre 2010

Consensi per Ouattara ma Gbagbo non molla

In Costa d'Avorio il presidente uscente non vuole accettare la sconfitta

La Comunità economica dei Paesi dell'Africa Occidentale (CÉDÉAO) ha riconosciuto oggi Alassane Ouattara come presidente eletto della Costa D'Avorio ed ha chiesto al suo rivale Laurent Gbagbo di lasciare il potere immediatamente.

La CÉDÉAO, oggi in riunione straordinaria ad Abuja (Nigeria), ha anche detto di aver sospeso la Costa D'Avorio dall'organizzazione. Si tratta dell'ennesimo tentativo fatto dalla comunità internazionale di costringere il presidente uscente Gbagbo ad
accettare la sconfitta, certificata dalla Commissione elettorale nazionale e dalle Nazioni Unite. E di fronte alla crescente tensione presente nel paese africano l'ONU ha deciso di evacuare il personale non essenziale (460 persone su 10'000) verso la Gambia.

In totale 28 morti

Dal 26 novembre gli scontri con le forze di sicurezza e fra i partigiani delle due fazioni ha fatto almeno 28 morti e 280 feriti secondo le cifre fornite dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).
Sul piano politico governo uscente e opposizione proseguono su binari paralleli: sia Ouattara che Gbagbo hanno nominato un loro premier e alcuni ministri. Stamane Guillaume Soro, primo ministro di Ouattara ha attaccato frontalmente il presidente uscente definendolo "un dittatore" ed ha chiesto agli ivoriani, agli africani e alla comunità internazionale di farlo partire.